Cadutipolizia.it: on line il nuovo portale!

Con immenso piacere comunichiamo che il sito Cadutipolizia.it è stato interamente rivisitato in tutti i suoi contenuti multimediali ed è adesso on line con una nuovissima veste grafica che permette una partecipazione diretta di ogni frequentatore attraverso la possibilità di postare i propri interventi direttamente all’interno della singola scheda del Caduto o nell’articolistica a firma dei vari Autori.

La nuova versione è fuibile al seguiente indirizzo:

http://www.cadutipoliziadistato.it/

Si tratta di un progetto in grado di offrire il meritato spazio della memoria a oltre 3000 Caduti della Polizia italiana di tutte le epoche, con nuovi criteri di ricerca e moltissime fotografie, alcune delle quali assolutamente inedite.

Molti ancora sono i Caduti in attesa di essere inseriti; molti di più coloro i quali non sono stati ancora scoperti. Ecco perchè la Redazione sarà ben lieta di ricevere qualsiasi notizia in grado di assicurare anche a Loro uno spazio virtuale di imperitura memoria.

Lo Staff di Polizianellastoria.it

Annunci

La Squadra Volante: il “parente scomodo” di questa Polizia

LA SQUADRA VOLANTE: IL “PARENTE SCOMODO” DI QUESTA POLIZIA

di Gianmarco Calore

E’ stato recentemente presentato il calendario ufficiale 2017 della Polizia di Stato.

Come sempre, visto il successo degli anni passati, le foto sono state commissionate a uno dei massimi professionisti del settore, proseguendo nell’azzeccatissima formula inaugurata nel 2004 con Oliviero Toscani. Anche quest’anno la qualità del lavoro è indubbiamente elevata, adeguandosi allo standard voluto.

Da osservatore ormai disincantato della realtà che ci riguarda, non ho potuto esimermi dal notare che per l’ennesima volta non è stata dedicata una sola fotografia a quella che una volta era la “punta di diamante” della prevenzione generale: la Squadra Volante.

Continua a leggere

Diaz: disordine pubblico

EDITORIALE DEL 2 OTTOBRE 2012

DIAZ: DISORDINE PUBBLICO

Alla fine è arrivata. Attesa, temuta, invocata: la sentenza della Corte di Cassazione sui fatti della scuola Diaz, Genova, 21 luglio 2001. La certificazione di un massacro.

Per la prima volta un Tribunale – anzi, IL Tribunale – taglia trasversalmente l’amministrazione della Polizia italiana decapitandone i vertici più rappresentativi e illustri, consacrando sull’altare della Giustizia una ricostruzione dei fatti che – ora sì lo possiamo dire – ha fatto fare un salto indietro di quasi settant’anni a tutto il Corpo, alla stessa democrazia del Paese: roba da Brigate Nere di tristissima memoria….

Continua a leggere